“Mi sono risvegliata con un vibratore nelle parti intime” Una vicenda assurda, ecco cosa è successo alla donna

Segui Newsitaliane.it

“Ero andata al centro olistico per un trattamento. Il responsabile mi ha suggestionata al punto da convincermi a sottopormi ad una seduta di ipnosi. Quando mi sono svegliata mi sono trovata un oggetto nelle parti intime. Era un vibratore”. È quanto ha raccontato ai carabinieri una donna di Vicenza, vittima di una scabrosa quanto imbarazzante vicenda. La procura ha aperto un’inchiesta a carico di un collaboratore di un centro olistico di Mason, M.T., 61 anni. L’ipotesi di reato è la violenza privata. I carabinieri del Nas di Padova hanno effettuato una perquisizione all’interno della struttura, trovando in un cassetto della scrivania e sequestrando il sex toy. Sono in corso accertamenti sull’attività del centro. Le indagini proseguono con la raccolta di altre testimonianze per capire se il responsabile possa avere “ipnotizzato” altre clienti donne.

La singolare vicenda ha al centro la struttura che offre diversi tipi di trattamento, per il benessere generale dei pazienti. Fra i clienti anche la vicentina, che ha raccontato agli inquirenti di essersi recata al centro olisitico per un massaggio. A suo dire, il 61enne, che lei ha affermato di conoscere come “dottore”, l’avrebbe convinta all’ipnosi; e lei aveva accettato, salvo risvegliarsi con il sex toy nelle parti intime., come riportato da Il Gazzettino. Per questo si era presentata in caserma, descrivendo l’accaduto, che per il magistrato integrerebbe il reato di violenza privata, non sessuale, perché la presunta vittima non ha ritenuto che si trattasse di una forma di molestia. Gli inquirenti stanno cercando anche di accertare la regolarità del centro e delle attività olistiche che vi vengono compiute.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *