Esce salutando la mamma, lo trovano nei campi con le vene tagliate: Francesco muore a 28 anni

Segui Newsitaliane.it

Aveva lasciato a casa il cellulare ed era sparito nel nulla. Di Francesco M., 28enne leccese, non si avevano notizie da ieri, questa mattina il tragico epilogo: è stato trovato senza vita in fondo a un boschetto, in una zona all’estrema periferia della città. Proprio questa mattina c’era stato il tavolo di coordinamento in Prefettura per organizzare le attività di ricerca che nelle ultime 24 ore hanno visto in campo, fra gli altri, vigili del fuoco, protezione civile, forze dell’ordine. Francesco si sarebbe suicidato, stando a quanto rilevato dagli operatori del 118.

Il 28enne si era allontanato ieri sera da casa, senza dare alcuna spiegazione su dove andasse.  “Ci vediamo dopo”, avrebbe detto ai suoi cari. Ma quando a tarda ora non ha fatto rientro, è scattato l’allarme. La madre si è rivolta ai carabinieri della compagnia di Lecce, sporgendo formalmente denuncia per la sua sparizione. La macchina operativa si è mossa subito, con tutti i mezzi tecnici possibili. Anche con il supporto di cani molecolari. A quanto pare Francesco si sarebbe diretto verso una complanare interna nei pressi della tangenziale est, non lontano dal mercato ortofrutticolo, nella zona di Fondone (nei pressi dello svincolo 7A). A rintracciarlo è stata una squadra di vigili del fuoco, proprio con i cani, che ha dato subito l’allarme. Ma ormai, non c’era nulla da fare. Il ragazzo utilizzato dei cocci di vetro per tagliarsi le vene. Stando a quanto racconta chi lo conosceva, ultimamente soffriva di depressione.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *