La tragedia proprio durante i festeggiamenti della più piccola. La festa di 30 anni si trasforma in un incubo in cui muoiono tutte

Segui Newsitaliane.it

È drammatico il bilancio dell’incidente avvenuto sabato nello stato di New York, dove venti persone sono morte quando una Limousine è finita contro un furgone. Diciotto delle vittime si trovavano sulla limousine, le altre due erano pedoni. Col trascorrere delle ore stanno emergendo anche le storie delle persone morte nello schianto. Tra queste c’erano anche quattro sorelle e i loro mariti: stavano festeggiando il trentesimo compleanno della più giovane, Amy. “Era un regalo a sorpresa del marito, si erano da poco sposati”, ha detto una zia delle ragazze ai media. “Erano bellissime e intelligenti, le migliori nipoti che potessi avere”, ha aggiunto la donna che ha spiegato che l’automobile era stata noleggiata per evitare che qualcuno di loro dovesse guidare dopo la festa. E a quanto pare il veicolo era stato consegnato alle quattro coppie per sostituire un autobus precedentemente riservato che si era rotto. Le quattro sorelle di chiamavano Abigail, Mary, Allison e Amy: quest’ultima, appena sposata, festeggiava il trentesimo compleanno. Tra le altre vittime si conta anche il fratello del marito di Amy. Le quattro sorelle lasciano anche dei bambini: Mary e suo marito Robert avevano un figlio, Abigail e Adam ne avevano invece due.

La ricostruzione dell’incidente – Il tragico incidente è avvenuto a un incrocio a Schoharie, a circa 65 chilometri da Albany, tra la State Route 30 e la State Route 30A. Un incrocio che i media descrivono come “molto pericoloso”. Secondo quanto ricostruito finora, la Limousine è finita nel parcheggio di un ristorante schiantandosi su alcuni passanti. Qualcuno ha descritto la scena paragonandola a una “esplosione”. Le indagini condotte dall’autorità per la sicurezza stradale americana, la National Transportation Safety Board, sono in corso: gli investigatori hanno fatto sapere di valutare tutti gli elementi a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *