Ferrovie delle stato, nuove assunzioni per 1100 posti di lavoro in un tutta Italia

Segui Newsitaliane.it

Ferrovie dello Stato mette in atto una grande campagna di assunzioni per il 2019 – 2020, si richiedono infatti 1100 operatori in tutto il paese. A comunicarlo è stato segretario generale di Fit-Cisl Salvatore Pellecchia, che dopo aver siglato con il sindacato e l’azienda di trasporti c’è stato il via libera:

“Abbiamo firmato oggi un accordo importante con Rfi che porterà 1.100 nuove assunzioni. Ancora una volta il sindacato dimostra di essere determinante nella creazione di nuovi posti di lavoro e quindi per aiutare la crescita in un settore strategico come quello dei trasporti”, così dichiara Salvatore Pellecchia, Segretario generale aggiunto della Fit-Cisl.

Spiega Gaetano Riccio, Coordinatore nazionale Fit-Cisl per la mobilità ferroviaria: “L’accordo firmato oggi migliora quello siglato nel luglio 2017, che prevedeva 700 assunzioni. Con le modifiche introdotte, i nuovi posti di lavoro diventano 1.100 da effettuarsi entro il prossimo biennio ma più della metà saranno attuate già entro il 2018. Mille dei neo assunti lavoreranno nella manutenzione infrastrutture, mentre gli altri cento nel processo circolazione.

Parallelamente abbiamo attivato procedure di sostegno al reddito per agevolare l’uscita di 700 tra personale che non è più in possesso dell’idoneità fisica e personale le cui posizioni di lavoro sono state superate dalla tecnologia e da una nuova e più efficiente organizzazione”.

Conclude Salvatore Pellecchia: “Il valore di queste assunzioni sta anche nel fatto che vanno soprattutto impiegate in un settore delicato e strategico come la manutenzione infrastrutture, per la quale la Fit-Cisl da sempre mostra grande attenzione. Il merito di questo risultato va anche alle lavoratrici e ai lavoratori di RFI che hanno saputo ben supportare le iniziative, le azioni e gli accordi posti in essere dai sindacati”.

Nel dettaglio, l’accordo dice che: oltre 1000 nuove assunzioni verranno indicate verso il comparto delle infrastrutture, per quanto riguarda le restanti oltre 100, lavoreranno per il processo di circolazione. Va detto, la nuova firma prevede una grande misura di sostegno al reddito dei lavori d’uscita si tratta di circa 700 operatori, che non sono più in possesso dell’idoneità fisica per adempiere alle proprie mansioni.

Tutti coloro che fossero interessati a questi posti di lavoro, non dovranno fare altro che accedere al sito delle ferite dello Stato, inviando il proprio curriculum vitae, nella zona lavora con noi. All’interno della piattaforma sarà possibile scegliere il comparto (infrastrutture o circolazione) per ci si propone.

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, uno tra i grandi player internazionali dell’ingegneria, delle infrastrutture e dei trasporti, opera in oltre 60 Paesi nei cinque continenti, dove genera ricavi per oltre un miliardo di euro. L’espansione internazionale è uno dei cinque pilastri del Piano industriale 2017-2026 di FS Italiane, che prevede la crescita dei ricavi delle operazioni all’estero dal 13% attuale al 23% nel 2026, fino a raggiungere i 4,2 miliardi di euro. Attraverso le società del Gruppo, FS Italiane controlla sub holding e società nel Regno Unito, in Francia, in Germania, in Grecia, in Olanda e in Serbia e ha filiali nell’Europa dell’Est, Medio Oriente, Africa, Sud America e India.

“Abbiamo raggiunto un primo e importantissimo traguardo per i cittadini calabresi. Una promessa mantenuta. C’è un grande cambiamento in corso e parte proprio dal Sud. Siamo in Calabria, una tappa fondamentale del viaggio nelle regioni del Sud, insieme a Ferrovie dello Stato Italiane. Oggi consegniamo nuove carrozze Intercity che migliorano il viaggio di pendolari e studenti ma anche dei turisti che vogliono conoscere le bellezze italiane sulla linea Jonica” ha sottolineato Danilo Toninelli Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha aggiunto “una linea quella Jonica dove Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) è già all’opera con interventi di potenziamento”.

Ferrovie: il Ministro Toninelli consegna quattro nuovi Intercity ai cittadini calabresi

“L’impegno del Gruppo FS Italiane per migliorare i servizi ferroviari in Calabria è il segno concreto delle nuove scelte strategiche di FS Italiane e della mission che ci ha dato il Governo. Siamo concentrati sulle persone e sulle loro esigenze. Ci stiamo dedicando con particolare attenzione al Sud, ai pendolari e al trasporto regionale, con un piano di investimenti complessivo di circa sei miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni che garantirà, entro cinque anni, il rinnovo dell’80 per cento dell’intera flotta regionale” ha dichiarato Gianfranco Battisti Amministratore Delegato e Direttore Generale di Ferrovie dello Stato Italiane.

I quattro nuovi Intercity si aggiungono ai 58 collegamenti regionali giornalieri offerti sulla linea Jonica. Sono complessivamente 224 i convogli di Trenitalia che ogni giorno viaggiano in Calabria. La mobilità regionale è garantita da 188 corse a cui si aggiungono 10 Frecce (FrecciargentoFrecciabiancaFRECCIALink) e 26 Intercity (giorno, notte, bus) che collegano la Calabria al resto d’Italia.

Germania. Il Gruppo FS Italiane controlla la sub holding Netinera Deutschland, secondo operatore nel mercato tedesco (6%), che offre, nel Tpl, servizi passeggeri su ferro e gomma (circa 3.000 dipendenti, 360 treni, 790 bus e un fatturato, nel 2016, di oltre 600 milioni di euro). Nel trasporto merci il Gruppo FS Italiane è presente con TX Logistik, primo operatore privato tedesco, di cui Mercitalia Logistics detiene l’intero pacchetto azionario. La società (fatturato nel 2016 di 240 milioni di euro e circa 500 dipendenti) concentra la propria attività lungo l’asse Sud-Nord dall’Italia alla Svezia.

Francia. Thello, società controllata al 100% da Trenitalia, svolge servizi passeggeri notturni Parigi – Milano – Venezia e collegamenti diurni da Milano a Nizza e Marsiglia. Nel trasporto merci Mercitalia Rail, in partnership con Europorte (Gruppo Eurotunnel), svolge servizi tra la Francia e l’Italia. Per il nuovo collegamento internazionale Torino – Lione, prosegue la collaborazione di Italferr con TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin), detenuta al 50% da FS Italiane, per le attività di revisione della progettazione preliminare e definitiva (esercizio, manutenzione e impianti).

Grecia. Il Gruppo FS Italiane, nel settembre 2017, ha acquisito Trainose, società di trasporto ferroviario passeggeri e merci. In Grecia sono, inoltre, in corso attività di certificazione di linee ferroviarie da parte di Italcertifer, primaria società di certificazione del Gruppo specializzata nel settore ferroviario

Gran Bretagna. È stata costituita nel dicembre 2016 Trenitalia UK. La società di diritto inglese con sede a Londra, controllata al 100% da Trenitalia, ha acquisito nel gennaio 2017 la società NXET (National Express Essex Thameside), gestore del franchise c2c (City to Coast) per i collegamenti tra la città di Londra e Shoeburyness, sulla costa orientale nella regione del South Essex. Trenitalia UK ha inoltre presentato una manifestazione di interesse per il franchise dell’East Midlands attraverso la nuova joint venture First Trenitalia East Midlands Rail Limited, partecipata al 70% da First e al 30% da Trenitalia UK. La gestione del franchise nell’East Midlands inizierà nel 2018 e prevede forti miglioramenti sul fronte dell’infrastruttura. Le principali tratte sono London – Derby – Sheffield, London – Nottingham, London – Corby, Liverpool – Sheffield –

Nottingham – Norwich, cui si aggiungono i servizi regionali. Prevede inoltre lo sviluppo e l’introduzione dei nuovi servizi alta velocità (High Speed 2, da Londra a Birmingham, dal 2026). First Trenitalia West Coast Rail Limited, la partnership tra FirstGroup e Trenitalia UK, è invece finalista nella competizione per il franchise ferroviario della West Coast inglese.

Olanda. FS Italiane, tramite la propria controllata Busitalia, ha acquisito nell’agosto 2017, da Nederlandse Spoorwegen (NS, Ferrovie olandesi), la piena proprietà di Qbuzz, terzo operatore di trasporto pubblico locale in Olanda (aree Utrecht e GroningenDrenthe).

Polonia. Dal 1995 FS Italiane è presente in Polonia attraverso la società di spedizioni ferroviarie merci Pol-Rail, partecipata al 50% da Trenitalia e da PKP Cargo (Polskie Koleje Państwowe). Dal 1996, Pol-Rail opera anche in Romania attraverso la società controllata Rom-Rail. Inoltre, Italcertifer ha stipulato contratti per la certificazione di parte dell’infrastruttura polacca e di treni prodotti localmente destinati al mercato italiano.

Austria. Il Gruppo è attivo anche in Austria nel progetto della Galleria di base del Brennero, per il quale Italferr garantisce servizi connessi alla direzione lavori e al Project management consulting. Inoltre Italcertifer procede con le verifiche e certificazioni relative all’interoperabilità e alla sicurezza.

Svizzera. Italferr ha sviluppato in Svizzera, per conto delle Ferrovie Federali Svizzere, la progettazione di un impianto tecnologico innovativo (sottostazione elettrica e cabina TE) in prossimità della stazione di Chiasso, finalizzato alla separazione e alla gestione delle infrastrutture elettriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *