Altro che dimensioni del pene. Le donne notano ben altro. E lo rivela questo studio. Resterete sorpresi

Segui Newsitaliane.it

Nel sesso ognuno ha i suoi gusti ma secondo molti luoghi comuni, per raggiungere al 100% la soddisfazione sessuale, c’è bisogno di un uomo che vanti un pene particolarmente grande. Il problema della grandezza è molto sentito dal pubblico maschile che arriva a vivere dei veri e propri complessi nel caso in cui la natura non sia stata generosa. Ad essere considerate importanti sono le dimensioni, la circonferenza, la forma o ancora il colore e, nel caso in cui il proprio organo genitale presenta qualcosa fuori dalla norma, la cosa viene vissuta con vergogna ed imbarazzo. Talvolta si comincia a pensare addirittura di avere delle disfunzioni gravi quando qualcosa va storta durante un rapporto sessuale.

In pochi si chiedono però cosa pensano realmente le donne di fronte al pene e in quali termini ne parlano con le amiche. Il sesso femminile ama l’attività intima tanto quanto gli uomini ma, a dispetto dei luoghi comuni, non sempre desidera di ritrovarsi tra le lenzuola un superdotato. Le donne mettono infatti la circonferenza del pene allo stesso livello della sua lunghezza, considerando perfetto un membro di poco più di 17 cm e con una circonferenza di circa 3 cm, in pratica delle dimensioni nella media. Gli uomini, al contrario, desidererebbero essere tutti degli stalloni, dalle dimensioni davvero eccessive, ignorando le reali esigenze femminili.

Il pene ideale deve essere dunque abbastanza grande da provocare piacere e abbastanza piccolo da non “uccidere”. Secondo il 77% delle donne le dimensioni sono fondamentali per una performance da urlo e di conseguenza per loro è il pene la parte più importante della zona genitale, mentre solo il 22% si accontenta ed afferma che è meglio saperlo usare. Nessuna però ha mostrato particolare passione per i testicoli, considerati solo un “accessorio”, inutili ai fini sessuali. Tutti quelli che dunque si preoccupano troppo per l’estetica delle proprie parti intime farebbero meglio a stare più sereni: soddisfare una donna a letto è molto più semplice di quanto si possa pensare, basta metterci impegno e passione.

1 thought on “Altro che dimensioni del pene. Le donne notano ben altro. E lo rivela questo studio. Resterete sorpresi

  1. La realtà sulle dimensioni del pene è molto delicata proprio per volontà delle donne che su questo punto si mostrano da sempre acide e selettive al di là del sentimento che poi dicono di provare (ma solo a parole) per l’uomo. Chiaramente ho scritto uomo con la u minuscola apposta perchè è una cosa ben diversa dall’Uomo con la U maiuscola, visto che la grandezza del membro purtroppo distingue il maschio vero da quello finto. Quando per svariate ragioni la Natura fin dalla nascita crea distorsioni fisiche (genitali inferiori alla media), il gentil sesso non si fa molti scrupoli davanti a situazioni fisiche ridicole e risponde col muso duro alle malformazioni sessuali del maschio, non mostrando per nulla quella clemenza che sento invece stranamente ancora raccontare dappertutto: non esiste donna indifferente ai centimetri del pene, mai!! Non una può dirsi indifferente alla misura del membro maschile!! Infatti alla fine ognuna quando si trova un uomo (marito, compagno o anche solo amante) fa sempre la scelta giusta nelle misure mettendosi sotto le coperte l’individuo sessualmente adatto, cioè quello dai centimetri utili e soddisfacenti o meglio quello con il pene di minimo 18 cm in erezione e di circa 14 cm di circonferenza. Le dimensioni per qualsiasi — ripeto qualsiasi — donna sono essenziali tanto che oggigiorno in Italia si vedono sempre più femmine assieme a ragazzi africani e non certo per amore, ma per il pacco regalo che il popolo nero offre al gentil sesso grazie la generosità di madre natura (sono tutti superdotati dai 18 cm fino a quasi 25 cm). A me vien da ridere quando sento dalle donne raccontare la favoletta dell’indifferenza verso i centimetri del gingillo!! La verità è che nessuna desidera avere un marito o un compagno “sessualmente handicappato” (cioè con il pene sotto i 18 cm in erezione), perchè è come se si trovasse davanti un bambino delle elementari e non un uomo. Quando pubblicamente dicono di avere poco interesse per le misure, in realtà mentono sapendo di mentire: basta un po’ leggere quello che raccontano molte signore in tanti forum di Internet o ascoltare casualmente al bar qualche gruppetto di quarantenni imbellettate di rossetto e cipria per capire il vero pensiero della femmina sulle dimensioni del pene. Ripeto, quelle che dichiarano indifferenza per la misura del membro, sono le stesse che poi tra le mura di casa vogliono anzi pretendono il marito o il compagno con la mazza da almeno 18 cm in mezzo alle gambe. E’ sempre la solita storia, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Tra l’altro questo atteggiamento nel tempo ha alimentato in sottofondo una divisione netta nel genere maschile, tra chi si trova da una parte e chi purtroppo dall’altra, tra chi ha il pene grande e chi invece è rimasto infantile e sente tutta la vergogna di questa odiosa condizione fisica. Esiste di fatto una netta suddivisione tra due categorie: quella degli UOMINI VERI con il pene in erezione dai 18 cm in su con circa 14 cm cm di circonferenza (numericamente rappresentano il 95% del popolo maschile e sono quelli che possono fare l’amore con una donna, sposarsi, avere figli e mettere su famiglia), e quella dei NON-UOMINI cioè di quelli con il pene al di sotto di quelle misure (come nel mio caso ad esempio che purtroppo non raggiungo i 10 cm in erezione e che sono sempre stato considerato fin da ragazzo dal mondo femminile come feccia da evitare) e impossibilitati ad avere rapporti sessuali e quindi una vita felice e normale. In Italia, la stragrande maggioranza dei maschi si colloca tra gli UOMINI VERI (chi ha fatto un po’ di sport nello spogliatoio sotto le docce sa che la faccenda è così, sono moltissimi nel nostro Paese ad avere un membro in erezione tra i 18 e i 20 cm). Questa divisione fisica netta ci dice inoltre che la storia sessuale di qualsiasi donna italiana è fatta solo di Uomini Veri, uomini con la U maiuscola (quelli con il pene dai 18 cm in su). Quindi in ragione di questo, non esiste una sola donna che finisca accanto ad un soggetto con il membro sotto certe misure perchè sarebbe dalla stessa automaticamente rifiutato. Concludo dicendo questo: in questi ultimi anni sempre più femmine italiane (single e non) prenotano viaggi vacanza in luoghi esotici come la Giamaica o il Sud-Africa dove la ricerca sessuale del “Big bamboo” è la cosa principale. Quindi il titolo di questo articolo è completamente fuori dalla realtà perchè da che mondo è mondo le donne a letto vogliono il maschio vero e dotato (minimo 18 – 20 cm in erezione e 14 di circonferenza) e non certo quello dal pene grande come una lametta da barba. Io purtroppo ce l’ho di questa infima misura e quindi so bene quello che le donne desiderano veramente sotto le lenzuola. (un saluto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *