Bill Cosby condannato da 3 a 10 anni, la pena è da scontare in una prigione di Stato

Segui Newsitaliane.it

Lo scorso aprile Bill Cosby è stato condannato per violenza sessuale aggravata con l’accusa di aver drogato e stuprato Andrea Constand nel 2004. All’epoca, la donna lavorava alla Temple University mentre l’attore faceva parte del consiglio di amministrazione dell’ateneo. Cosby l’avrebbe invitata nel suo appartamento e le avrebbe dato tre pillole prima di abusare di lei. La Constand sostiene di averle prese perché riteneva che fossero solo delle erbe rilassanti. Dopo il verdetto, l’ottantunenne era libero su cauzione in attesa della sentenza che è arrivata in queste ore: Bill Cosby è stato condannato da 3 a 10 anni, da scontare in una prigione di stato.

Condannato per violenza sessuale aggravata era fuori su cauzione

Il processo è stato decisamente complesso. A giugno del 2017, era stato dichiarato nullo a causa dell’impossibilità dei giurati di trovare un accordo. Lo scorso aprile, al contrario, è arrivato il primo verdetto. A influire sulla decisione dei giudici, le testimonianze di cinque donne, tra cui la modella Janice Dickinson. Al centro del processo, tuttavia, c’era il caso di Andrea Constand. Il Tribunale di Norristown, in Pennsylvania, ha riconosciuto l’ex star dei Robinson, colpevole dell’accusa di violenza sessuale aggravata. Dopo aver pagato una cauzione di un milione di dollari, l’attore era libero e attendeva il verdetto arrivato in queste ore. In aula, Andrea Constand ha dichiarato:

“Ho testimoniato. La giuria mi ha ascoltato e anche il signor Cosby lo ha fatto. Tutto ciò che chiedo è la giustizia che la corte ritiene adeguata al mio caso. […] Non ho denunciato subito la cosa perché la vergogna mi ha sopraffatto. La confusione non mi ha permesso di rivolgermi alla mia famiglia e agli amici come ho sempre fatto. Mi sentivo completamente sola, incapace di credere a qualcuno, inclusa me stessa. […] Quando la notizia si è diffusa sono stata definita una bugiarda patologica in cerca di fama e denaro. I miei genitori, che hanno sempre lavorato duramente, sono stati accusati di aver tentato di estorcere denaro a un uomo ricco e famoso. […] Durante la deposizione nel corso del processo civile ho dovuto rivivere ogni momento della violenza sessuale in ogni spaventoso dettaglio davanti al signor Cosby e ai suoi legali. Ero sconvolta e spesso sono scoppiata in lacrime. Ho dovuto vedere Cosby che scherzava e cercava di sminuirmi, mentre i suoi avvocati mi denigravano. […] Non conosceremo mai fino in fondo la sua doppia vita come predatore sessuale, ma il suo regno del terrore come stupratore seriale è finito. […] Quando la violenza sessuale è avvenuta, ero una giovane donna piena di autostima che guardava a un futuro ricco di possibilità. Ora, circa 15 anni più tardi, sono una donna di mezza età incapace di guarire totalmente e andare avanti”.

Per i giudici Cosby è un predatore sessuale violento

Il giudice Steven O’Neill ha stabilito che Bill Cosby sarà classificato come “predatore sessuale violento”. Ciò implica che l’attore verrà registrato come tale e dovrà obbligatoriamente sottoporsi alla terapia prevista per i colpevoli di reati sessuali. Inoltre, la comunità dovrà notificare che “un predatore sessuale violento” vive nella zona.

Le accuse di Andrea Constand a Bill Cosby

Sono più di 50 le donne che sostengono di essere state drogate e, in alcuni casi, violentate da Bill Cosby. La prima a far scattare l’accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti dell’attore è stata Andrea Constand. La donna, che oggi ha 44 anni, a marzo del 2005 accusò Cosby di averla invitata nel suo appartamento – l’anno precedente – e di averla drogata con barbiturici e poi stuprata. “La vittima considerava Cosby come un mentore e un amico. Si erano conosciuti tramite il lavoro che lei svolgeva alla Temple University” ha fatto sapere il procuratore distrettuale. La prima denuncia, tuttavia, si risolse con un accordo tra le parti che prevedeva il pagamento di 3.38 milioni di dollari da parte di Cosby per mettere a tacere le accuse. Nel 2015, ha avuto inizio il processo a carico dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *