La scena shock davanti a compagni e insegnanti. E mentre la colpiva, quello che faceva la ragazza è da brividi

Segui Newsitaliane.it

Una ragazza di diciassette anni ha accoltellato a morte una compagna di scuola alla Fitzgerald High School a Warren, nel Michigan (Stati Uniti). Il terribile episodio è accaduto il 12 settembre scorso e subito la ragazza, che si chiama Tanaya Lewis, è finita in carcere. Secondo la ricostruzione dei media locali, la diciassettenne aveva portato a scuola un coltello da cucina a lama dritta, circostanza che fa ipotizzare la premeditazione. La vittima è Dayna Gibson, una ragazza di sedici anni. Lewis l’ha colpita almeno quattro volte con due coltellate alla schiena e due al petto. Lo ha fatto davanti a tutta la classe, pare dopo una discussione per un ragazzo, e secondo alcuni testimoni l’omicida rideva durante l’attacco. La vittima è morta in ospedale un’ora dopo l’aggressione a causa della perforazione di un polmone.

Non è da escludere la premeditazione – Tanaya Lewis è ora in carcere senza la possibilità di godere della libertà vigilata. Rischia una condanna per omicidio di primo grado. “La premeditazione non è da escludere in questo caso – ha detto il procuratore della contea di Macomb, Eric Smith – dal momento che ha portato un coltello e inseguiva la vittima per tutta la scuola”. La scuola teatro del brutale omicidio è stata riaperta due giorni dopo ma la classe in cui è avvenuto il delitto è stata sigillata. “I dirigenti scolastici stanno lavorando a stretto contatto con il dipartimento di polizia, oltre a condurre un’indagine interna”, fanno sapere dalla Fitzgerald High School.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *