Rosanna muore improvvisamente nel sonno: aveva appena scoperto che sarebbe diventata mamma

Segui Newsitaliane.it

Una giovane donna è morta nel sonno poche settimane dopo aver scoperto di essere incinta del suo primo figlio. Rosanna Sanderson, 22enne scozzese, non sapeva ancora il sesso del suo bambino essendo ancora alla 14esima settimana, ma era già pronta a dare un nome al nascituro. Ora sarà sua mamma Jacqueline scoprire se il piccolo che Rosanna portava in grembo era un maschio o una femmina per poter mettere il colore giusto dei fiori al funerale di sua figlia. Un elemento che emergerà dall’autopsia che dovrà decretare cosa ha causato la morte della 22enne di Clarkston, vicino a Glasgow.

“Era alla 14esima settimana. Dovevamo fare una radiografia per capire il sesso del bimbo a breve. Se fosse stata una femminuccia, voleva chiamarla Lilly, e Oscar se fosse stato un maschietto” racconta Jacqueline al Daily Star. Era piena di gioia e aveva detto: ‘Questo bambino sarà il mio completamento’. Sarebbe stata la migliore mamma di sempre” dice la donna a proposito di Rosanna che avrebbe cresciuto il suo piccolo insieme al suo compagno Oliver, 28 anni. La mattina di domenica, dopo essersi svegliata, aveva mandato dei messaggi a sua madre e aveva parlato con Oliver al telefono. L’hanno trovata morta solo un’ora dopo. “Non era malata ma in precedenza si era lamentata di avere come degli spilli e degli aghi tra le braccia e le gambe doloranti” ricorda la madre.

“Domenica, mi hanno chiamato alcune persone per dire che non riuscivano a mettersi in contatto con lei, così siamo andati a casa. Non rispondeva”. Jacqueline ha così chiamato Oliver, che è arrivato a casa con una chiave e la coppia è entrata insieme. “Le ho tolto la coperta e ho capito che se n’era andata. Le sue dita erano blu. Mi sono buttato su di lei e le ho detto che l’amavo. Sembrava che stesse dormendo. Il mio cuore si è spezzato anche perché Oliver era lì a vederla” ammette la donna. “Tutto quello che voleva era essere una mamma. Quando siamo andati a fare la radiografia il 27 agosto, era molto preoccupata, e diceva: ‘Mamma, e se andiamo là e il bambino non c’è?’ Quando il bambino è comparso sullo schermo, è scoppiata a piangere di felicità” dice quasi tra le lacrime Jacqueline.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *