Uccide la moglie e getta il cadavere dall’auto, poi si spara dopo ore di fuga. Era evaso a luglio

Un uomo ha ucciso la moglie con diversi colpi di pistola a Lonigo, nel vicentino, ed è poi fuggito facendo perdere le tracce di sé. Ma non ha retto e si è sparato un colpo di pistola in bocca nell’area di servizio di Arino (Venezia) dell’autostrada A4, con la stessa arma aveva ucciso la moglie. I medici che sono intervenuti hanno tentato di tenerlo in vita e hanno deciso il suo trasferimento, con un elicottero, all’ospedale di Padova. Lo si apprende da fonti vicine alla questura di Venezia.

I carabinieri del Reparto Operativo e della Compagnia di Vicenza avevano setacciato una vasta area, alla ricerca di Zoran Luivanovic, quarantenne serbo. L’uomo era evaso lo scorso luglio dai domicialiari, a cui era stato condannato proprio a causa di violenze sulla moglie.

L’omicidio stamane è avvenuto all’interno dell’auto con il quale l’uomo stava accompagnando la convivente al lavoro. Durante il viaggio tra i due è scoppiata l’ennesima lite. L’uomo si è fermato, è sceso dalla macchina, si è avvicinato al lato passeggero e ha esploso contro la donna tre colpi di pistola, due al petto e uno alla testa. Poi ha gettato il cadavere a terra ed è fuggito a bordo di una Fiat Punto.

Gli investigatori si sono messi subito sulle tracce dell’uomo, che potrebbe essere ancora in zona e soprattutto armato. Sul luogo dell’omicidio sono presenti diverse pattuglie dell’Arma che hanno istituito posti di blocco in zona e nei comuni circostanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *