Allerta Meteo shock, la Befana la grande bufera ondata di gelo con la neve anche in pianura | Newsitaliane.it

Allerta Meteo shock, la Befana la grande bufera ondata di gelo con la neve anche in pianura

L’alta pressione si sta indebolendo sotto la spinta di un fronte freddo lungo quasi 3000 km in discesa dall’Europa settentrionale verso l’Italia. Sono le previsioni dei meteorologi di Meteo.it. Il fronte freddo vero e proprio scavalca le Alpi proprio in queste ore andando a interessare nella giornata di martedì principalmente le regioni centro-meridionali: questa sarà la fase più intensa del maltempo. che salterà quasi tutte le regioni settentrionali puntando verso il Ccntrosud dove ci sani il rischiodi rovesci e locali temporali. Le zone più colpite si estenderanno dalla Romagna alla Puglia e dalla Toscana fino al Cosentino, mentre sull’Appennino (ma non sulle Alpi, soprattutto orientali) tornerà la nev e, generalmente a quote superiori ai 1.000 metri. Mercoledì tregua, poi un altro e più intenso impulso artico si farà strada dall’Europa settentrionale tra giovedì e sabato e portando forse qualche fiocco di neve anche a bassa quota nell’Italia centrale. Dopo il 10 gennaio, forse, neve – finalmente – anche sull’arco alpino orientale, per ora a secco di nevicate:

Pensavate che il peggio fosse passato? Purtroppo il gelo avvertito nei giorni scorsi non intenderà abbandonare l’Italia, piuttosto a ridosso dell‘Epifania, ovvero venerdì 6 gennaio 2017, la penisola italiana sarà raggiunta da un secondo ed anche più intenso impulso artico, una vera e propria bufera, in arrivo dall’Europa settentrionale e che investirà il nostro paese tra sabato 7 e domenica 8 gennaio. La nuova ondata di gelo partirà il prossimo 4 gennaio dalla Spagna ed inizialmente sarà diretta verso la Scandinavia e poi andrà unendosi ad un secondo campo di pressione presente sulla Russia più settentrionale; dunque, inizialmente il gelo conquisterà la penisola scandinava, ma poi il 5 gennaio arriverà sull’Europa centro-orientale e per la Befana il gelo esonderà su tutti i Balcani interessando anche l’Italia. Bufere di neve sono attese in settimana in Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Repubbliche Baltiche, Bielorussia, Ucraina e anche nei Bakcani. “Il tempo si movimenta con una prima veloce perturbazione in arrivo e che martedì porterà piogge e rovesci sparsi al Centrosud, specie tirreniche, con neve su dorsale alle quote medio-basse”, ha dichiarato il meteorologo Edoardo Ferrara.

Lo stesso ha parlato di un primo generale calo delle temperature con aria fredda da Nord e venti in rinforzo dai quadranti settentrionali. Con l’Epifania è in arrivo la seconda ondata di gelo, con neve e gelo fino a bassa quota, venti burrascosi con raffiche di vento fino a 100 km/h e mari molto agitati con onde alte fino a sei metri. Riguardo le temperature, come abbiamo avuto modo di anticipare, queste subiranno un ulteriore calo e scenderanno fino a -8° al Nord, fino a -20° sulle Alpi e -4° al Centro-sud in pianura come a Roma. ” La perturbazione porterà un deciso peggioramento del tempo sul medio Adriatico e al Sud”, affermano gli esperti. Nelle giornate di venerdì e sabato vivremo il picco del gelo con il rischio neve non solo sui settori interni ma anche lungo le coste del Medio Adriatico, al sud e nel nord della Sicilia; il freddo sembrerà ancora più pungente per effetto del raffreddamento da vento causato dai forti e gelidi venti settentrionali che soffieranno con raffiche di vento fino a 100 km/h.

Possibilità di forti nevicate in diverse città italiane, tra le quali Pescara, Termoli, Foggia, Bari, Lecce, Matera, Cosenza, Crotone, Benevento, qualche fiocco non escluso anche a Napoli, Reggio Calabria, Messina.“Prosegue invece il trend secco sulle regioni settentrionali con al più qualche fiocco di neve su Romagna, Alpi orientali e in genere quelle di confine. Qualcosa potrebbe però muoversi verso metà mese con la discesa di un vortice freddo sul Centro Europa e possibili sorprese. Tuttavia si tratta solo di una ipotesi che andrà valutata in questi giorni”, ha aggiunto ancora il meteorologo Edoardo Ferrara.

OGGI – NORD: Bel tempo prevalente salvo nubi e residui fenomeni al mattino su Emilia Romagna e Triveneto con neve a 700m in Appennino. Temperature in calo, massime tra 5 e 10 gradi CENTRO: Tempo instabile con piogge e rovesci, anche temporaleschi. Neve in Appennino dai 1000-1300m. Migliora in Toscana dal pomeriggio. Temperature in calo, massime tra 8 e 12 gradi.
SUD: Maltempo in intensificazione dalla campania con piogge e temporali. Neve sopra 1300-1500m. Meglio in Sicilia. Temperature stazionarie, massime tra 12 e 16 gradi.

DOMANI – NORD: Bel tempo prevalente salvo velature e qualche stratificazione. Neve in nottata fino a bassa quota sulle Alpi confinali. Temperature in lieve aumento, massime tra 6 e 11 gradi.
CENTRO: Bel tempo prevalente in giornata, peggiora la notte sull’Adriatico con piogge e nevicate fino a quote collinari. Temperature in calo, massime tra 8 e 10 gradi.
SUD: Bel tempo salvo residua instabilità tra Sicilia settentrionale e Calabria, peggioramento in nottata su Gargano e Campania. Temperature in lieve calo, massime tra 12 e 13 gradi.

DOPODOMANI – NORD: A Nord Ovest coperto con neve debole o moderata sulle Alpi centrali, sereno altrove. A Nord Est sereno sulle pianure emiliane, nuvoloso con locali aperture sulle Dolomiti.CENTRO: Sul Tirreno nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale laziale, sereno altrove. Sull’Adriatico coperto con pioggia moderata sui litorali. Temperature stazionarie.
SUD: Sul Tirreno nubi sparse con ampie schiarite sui litorali e sulle pianure, coperto con neve debole o moderata altrove. Sull’Adriatico coperto con pioggia debole sul litorale adriatico.[showhide]

Quale meteo da aspettarsi all’Epifania 2017? Dove è prevista neve? Nonostante le Feste siano quasi terminate, c’è ancora qualche giorno di respiro per godersi le vacanze prima dell’arrivo della Befana che decreterà la fine delle festività natalizie. E, come ogni anno, ci si domanda quale sarà il meteo previsto per la Befana, cercando di capire come godersi queste ultimi scampoli di Festività e andando alla ricerca della tanto attesa neve.

Se ancora non vi siete rassegnati a mettere da parte lucine e dolci natalizi e volete godervi gli ultimi giorni di festa, magari sciando sulla neve o passeggiando per i mercatini o per le città ancora addobbate, forse dovrete pensare di coprirvi un po’ di più visto che il meteo per la Befana non è dei migliori, facendo registrare un calo importante delle temperature.

Se, invece, il vostro desiderio è quello di godervi la Befana, potreste essere esauditi nei prossimi giorni visto che il meteo promette nevicate anche a bassa quota. Prima di uscire per godervi tutte gli eventi previsti per la Befana 2017 – per esempio, se siete nei pressi di Roma, ecco gli eventi in programma nel giorno dell’Epifania – vi conviene dare un’occhiata al meteo per la Befana, per prepararvi al meglio ed evitare brutte sorprese.

Se invece volete andare a sciare e a passare qualche giorno sulla neve, potrete dare un’occhiata al meteo per vedere quale sono le località in cui è prevista neve. Quali saranno, dunque, le temperature e il meteo per questa Befana? Possiamo cominciare anticipando che le temperature caleranno significativamente e proprio nei giorni a cavallo della Befana.

 Una notizia che potrebbe far piacere a chi ha preventivato di passare questi ultimi giorni di festa sulla neve e in località di montagna; un po’ meno per chi rimane in città e avrebbe voluto uscire a godersi mercatini e addobbi. Il meteo per la Befana si preannuncia, dunque, abbastanza freddo, per non dire gelido dato che è previsto l’arrivo del “Burian dell’Epifania”, un perturbazione di aria fredda proveniente dalla Siberia.

Se volete, quindi, passare questa Befana all’aperto, tenete conto del freddo in arrivo e copritevi bene per evitare raffreddature.  Vediamo, dunque, nello specifico il meteo per la Befana al Nord, al Centro e alSud dell’Italia. In particolare, se il vostro desiderio è di finire le vostre vacanze trascorrendo un week end sulla neve, magari partendo proprio in occasione della Befana, vi starete chiedendo quali siano le località in cui è prevista neve.
Vi consigliamo di cominciare a tirar fuori l’attrezzatura e approfittare del meteo dei prossimi giorni, visto che sull’Appennino e sulle Alpi sono previsti neve e freddo.

Meteo Befana 2017: crollo delle temperature in arrivo

Il meteo per la Befana non si annuncia dei più caldi, anzi in effetti è previsto un calo significativo delle temperature che porterà gelo e neve su gran parte dell’Italia. Si era già previsto l’arrivo del freddo in Italia per il mese di gennaio 2017, ma si pensava che il picco ci sarebbe stato nella seconda metà del mese.

Il freddo glaciale, invece, è arrivato in largo anticipo portando con sé ghiaccio e, in alcuni casi, anche la neve già dalle prime settimane del 2017. Una Befana, dunque, decisamente fredda, con temperature sotto lo zero in tutta Italia, a causa della colata artica che è arrivata in anticipo sul nostro paese, vanificando l’azione dell’anticiclone. Nonostante le temperature già basse, un netto peggioramento è atteso intorno al 5 di gennaio, in cui si avrà un ulteriore calo, portando in Italia un’ondata di freddo molto intenso.

Una Befana, quindi, non calda e in cui il tempo non sarà dei migliori visto che è previsto l’arrivo del “Burian dell’Epifania”, una perturbazione in arrivo dalle steppe della Siberia , che colpirà in particolare modo il Centro-Sud. Neve a bassa quota, dunque, e fin sulle coste, in particolare al Sud Italia, anche se sarà una perturbazione abbastanza veloce perché durerà circa 48 ore. Le temperature, dunque, potranno scendere fino a -8 gradi e le regioni più colpite saranno Puglia, Calabria, Basilicata, Campania e Molise. Il maltempo non sarà solo una prerogativa del Sud, ma arriverà ad interessare tutta la penisola italiana.

Meteo Befana 2017: neve in arrivo, ecco dove

Il primo freddo, dunque, arriverà dal 3 di gennaio, causando neve collinare sul Centro Nord Appennino, ma anche a bassa quota nel Nord Appennino.  Il tempo non sarà sereno neppure al Centro-Sud, dove però ci saranno rovesci e precipitazioni di carattere piovoso. Nella giornata del 4 gennaio è previsto un temporaneo miglioramento, salvo al Sud in cui si registreranno le ultime perturbazioni a carattere piovoso.

Una tregua che durerà veramente poco perché già dal 5 di gennaio le temperature continueranno a calare e arriverà la neve sul Centro Est Alpi, ma in particolare sul medio e basso Adriatico, dove ci saranno pioggia e neve anche in collina.Nella notte della Befana il freddo aumenterà ancora, tanto che nel medio Adriatico le temperature arriveranno a toccare picchi di -10 gradi.

Possibilità di neve, dunque, su Marche, Abruzzo e Molise, fino ad arrivare nella parte alta della Puglia. Anche per il giorno della Befana, il freddo non accennerà a desistere, con temperature che si aggireranno intorno ai -7/-8 gradi anche in colline a 600 metri di altezza. Neve in pianura in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Nel resto d’Italia, invece, il freddo sarà intenso, ma senza fenomeni di precipitazioni a carattere nevoso e il cielo sarà tendenzialmente sereno.  Il maltempo durerà fino al 10 gennaio, ma le nevicate andranno esaurendosi man mano.Una Befana estremamente fredda, dunque, che determina allerta meteo in tutta Italia a causa del calo repentino delle temperature. Se il vostro programma per il giorno della Befana è quello di passeggiare in città o all’aperto, il consiglio è di tirar fuori maglioni, giubbotti, sciarpe e cappelli pesanti perché le temperature saranno estremamente rigide. E fra i regali consigliati per la Befana, a questo punto si può aggiungere anche sciarpa e capello.

Temperature sotto zero in tutta Italia. Venerdì 6 gennaio e sabato 7 gennaio a Roma la temperatura scenderà di qualche grado sotto lo zero, ma il tempo dovrebbe essere sereno o poco nuvoloso. Più nubi e piogge su alto Tirrcno. Piovaschi su coste tirreniche e del Triveneto. OGGI N0RD:Più nubi sulle medie e basse pianure, Emilia, levante Ligure e sulle coste del Triveneto, con qualche pioggia sparsa. CENTRO:Più nubi con locali piogge o nevicate a 1300 metri sul centro-nord Toscana. Nubi irregolari e piovaschi. SUD:Più nubi e qualche occasionale piovasco suo ovest Campania e Calabria tirrenica, ampio soleggiamento altrove. DOMANI Maltempo al Centro con neve a 500/1000 m. Pioggia su Campania, Lucania e Puglia. DOPODOMANI Alta pressione e sole prevalente. Più nubi locali piogge tra Calabria e Sicilia.

[/showhide]

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.