Google’s doodle: dedicto allo scrittore Charles Perrault | Newsitaliane.it

Google’s doodle: dedicto allo scrittore Charles Perrault

C’erano volta, un motore di ricerca chiamato Google, il quale ha deciso di celebrare 388º compleanno di Charles Perrault l’autore francese diventato famoso per la raccolta di fiabe più famosa del mondo, ossia Cenerentola e La bella addormentata.

Il Doodle Google di oggiè stato creato dall’artista Sophie Diao. Ma chi era Charles Perrault? l’uomo è nato in Francia nel lontano 12 gennaio 1628, fu un grande autore della sua epoca, uno dei più importanti, lo scrittore prima di dedicarsi a fiabe e favole come Cappuccetto Rosso, si limitava a descrivere la vita di uomini illustri di importanti del suo tempo.

Il primo successo che lo ha visto come autore di favole, è dovuto dalla sua prima pubblicazione del volume ‘Racconti e storie del passato con una morale‘, sottotitolo ‘I racconti di Mamma Oca‘.

Con le sue fiabe, ha avuto successo in tutto il mondo facendo fantasticare migliaia di generazioni, tuttora anche se rivisitate in chiave moderna rimangono le fiabe più famose in tutto il mondo, grazie anche al film o cartoni animati.

Sopravvissuto all’avvento di pragmatismo, funzionalismo e di una dimensione meramente pratica dell’esistenza, Perrault continua ad incantare con le sue fiabe milioni di bambini, volenterosi di entrare in universo magico prima di coricarsi, dove la fiaba e la leggenda metropolitana non si trovano affatto a coincidere. La ragazzina nel bosco, nella versione di Perrault, finisce mangiata dal lupo insieme alla nonna e non viene salvata da alcun taglialegna di passaggio.

Fu all’epoca, infatti, che lo scrittore francese decise di intraprendere un ambizioso progetto: trasformare alcune storie della tradizione orale in racconti letterari, con tanto di morale, da destinare ai salotti della Francia del Re Sole.Anche la Bella addormentata è un mix tra l’originale di Perrault e la versione dei fratelli Grimm. La cattiva condotta delle donne era perfetta invece per i personaggi delle seconde mogli.

In pochi sanno inoltre che Perault è stato anche un valido architetto contribuendo alla realizzazione dell’Accademia delle Scienze e al restauro dell’Accademia della Pittura.

Sebbene molti dei suoi racconti siano trascrizioni di storie tradizionali riprese dall’opera diGiambattista Basile “Lo cunto de li cunti” (1634-1636), essi hanno un nuovo fascino: Perrault li arricchisce con luoghi e riferimenti della vita francese del suo tempo e aggiunge ai canovacci idee originali e spunti creativi.

loading...
loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.