Family Bag per fermare lo scempio dello spreco alimentare, con la benedizione di Papa Francesco | Newsitaliane.it

Family Bag per fermare lo scempio dello spreco alimentare, con la benedizione di Papa Francesco

Una nuova borsa che sembra una pochette, che verrà distribuita direttamente dai camerieri, e che toglierà dall’imbarazzo tutti coloro che vorrebbero portare a casa gli avanzi del ristorante, ma per pudore preferiscono non farlo.

La nuova borsa si chiama Family Bag per un’iniziativa che parte da Padova, e che è frutto di una dichiarazione di intenti che Unioncamere Veneto, al fine di promuovere il progetto, ha firmato con il Ministero dell’Ambiente ed in particolare con il sottosegretario Barbara Degani.

In questo modo si potrà dire addio alle Doggy Bag improvvisate a partire da un centinaio di ristoranti del Veneto che hanno già prenotato la Family Bag realizzata dal consorzio Conai. Presto però, grazie alla collaborazione con Slow Food, l’iniziativa sarà estesa a tutto il territorio nazionale.

In vista delle festività natalizie, per chi punterà su pranzi e cene al ristorante, la Family Bag si trasformerà in tutto e per tutto in una ‘Christmas bag‘ contribuendo così ad un Natale senza sprechi. Basti pensare che, in accordo con quanto riportato da ‘Il Mattino’ di Padova, l’86% degli italiani, ovverosia ben 4 su 5, chiede che il cibo nei ristoranti non venga sprecato, e per questo sono pronti per portarselo a casa.

Ed è proprio nel periodo di Natale che il 43% dei rifiuti è rappresentato dal cibo che viene buttato. E’ uno spreco che si può evitare anche perché nei cassonetti non si butta solo il cibo, ma anche la carta e gli imballaggi che derivano dall’aver scelto per gli avanzi la pattumiera piuttosto che magari consumarli il giorno dopo.

Family Bag contribuirà al contenimento dei costi ambientali associati allo spreco alimentare, quantificati in 250.000 miliardi di litri d’acqua, nell’utilizzo di 1,4 miliardi di ettari di terra coltivabile e nell’emissione in atmosfera di 3,3 miliardi di tonnellate di Co2.

Mi sono impegnata personalmente per avviare questo progetto, che rappresenta un passaggio culturalmente importante per tutti gli italiani Family Bag rappresenta l’upgrade delle doggy bag, affrancando attraverso contenitori di design e dall’estetica curata questo concetto dal ghetto del nostro immaginario e dal pudore di richiederlo a fine pasto”, ha dichiarato Barbara Degani, sottosegretaria del dicastero dell’Ambiente, alla presentazione del progetto Family Bag.

“Conai è pronto a fare la sua parte incrementando le attività in tema di prevenzione dell’impatto ambientale degli imballaggi e nella produzione di rifiuti – spiega Roberto De Santis, presidente del Consorzio Nazionale Imballaggi – offrendo alle istituzioni la massima collaborazione nella realizzazione di iniziative come questa, in linea con quella che è la nostra mission, ovvero l’avvio a riciclo degli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro”.

Un impegno che dal 1997 a oggi ha portato al recupero di 3 imballaggi su 4 di quelli immessi sul territorio nazionale. “Unioncamere Veneto ha creduto fin da subito al progetto promosso dal Ministero dell’Ambiente – aggiunge il presidente di Unioncamere Veneto Giuseppe Fedalto -Concorriamo quindi a promuovere uno stile di vita che non ostenta e non spreca, partendo dal cibo”.

Papa Francesco afferma :”Le iniziative e le soluzioni possibili sono tante e non si limitano all’aumento della produzione. E’ risaputo che quella attuale è sufficiente, eppure ci sono milioni di persone che soffrono e muoiono di fame: questo, cari amici, costituisce un vero scandalo. È necessario allora trovare i modi perché tutti possano beneficiare dei frutti della terra, non soltanto per evitare che si allarghi il divario tra chi più ha e chi deve accontentarsi delle briciole, ma anche e soprattutto per un’esigenza di giustizia e di equità e di rispetto verso ogni essere umano. […] Ogni programma proposto ci deve coinvolgere tutti. Andare avanti in modo costruttivo e fecondo nei diversi ruoli e responsabilità significa capacità di analizzare, comprendere e donare, abbandonando qualsiasi tentazione di potere, di possedere sempre di più o di cercare il proprio interesse invece di servire la famiglia umana e, in essa, specialmente i meno abbienti, a coloro che ancorasoffrono fame e malnutrizione.”

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.