Salvini: Renzi pericoloso incapace, ora lava coscienza | Newsitaliane.it

Salvini: Renzi pericoloso incapace, ora lava coscienza

Il segretario della Lega Matteo Salvini, parlando con i giornalisti nel corso di una iniziativa elettorale a Grosseto ha dichiarato: .”Il Consiglio europeo sull’immigrazione fissato per giovedì prossimo è il vertice dell’ipocrisia perché bisognava aspettare settecento morti per rendersi conto che sta succedendo qualcosa in Libia, nel Mediterraneo e in Italia”.

“Questa è la dimostrazione che l’Europa se è questa non ci serve e prima ce ne liberiamo e la ricostruiamo da capo e più seria e meglio è. Si accorgono adesso che bisogna attaccare gli scafisti e affondare i barconi prima che partano. Bisogna organizzare un blocco navale nei porti libici concordando con le tribù come aiutarle per evitare questi viaggi della morte.Non ho nessuna fiducia nè in Renzi, né nel governo, né nell’Europa.

L’Italia dovrebbe cominciare a fare da sola, a salvare chi va salvato ma a respingere i clandestini che non possono essere accolti a migliaia. Renzi è un pericoloso incapace e questi morti pesano sulla sua coscienza, non è sciacallaggio e una presa d’atto. Pesano sulla sua coscienza perché non ha fatto un accidente: per sei mesi ha governato l’Europa, qualcuno se ne è accorto? Cosa ha ottenuto?”

“E’ caduto il muro di Berlino, noi abbiamo il migliore candidato di tutti, vuoi che non cada anche la Toscana comunista? Anche nelle terre cosiddette rosse ci sono le piazze piene: c’è voglia di sicurezza, di ripulire questo schifo. La Toscana ha un occasione storica di mandare a casa un governatore, Enrico Rossi, che è un incapace. In questi anni ha reso la Maremma inaccessibile, con strade pericolose che portano indietro invece che andare avanti. Rossi? Vada a farsi fotografare con gli zingari a casa sua. Tanto il 31 di maggio andrà a casa”.

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.