Scoperta choc: Fibre di amianto nella pasta per modellare Das | Newsitaliane.it
 

Scoperta choc: Fibre di amianto nella pasta per modellare Das

Il Das 'incriminato', in accordo con una ricerca che è stata pubblicata sullo 'Scandinavian Journal of Work Environment and health', è quello prodotto in Italia dalla Adica Pongo di Lastra a Signa dal 1963 al 1975.

Nel vecchio Das, la pasta per modellare, erano presenti delle fibre di amianto alle quali, quindi, sarebbero stati esposti al tempo non solo i bambini, ma anche gli insegnanti e gli artigiani. Il Das ‘incriminato’, in accordo con una ricerca che è stata pubblicata sullo ‘Scandinavian Journal of Work Environment and health‘, è quello prodotto in Italia dalla Adica Pongo di Lastra a Signa dal 1963 e fino al 1975. Questo perché dal 1976 in poi l’amianto nel Das fu sostituito con la cellulosa.

La potenziale esposizione all’amianto, quindi, risale ad oltre 40 anni fa in accordo con uno studio che è stato condotto da ricercatori italiani, ed in particolare quelli dell’Ispo, Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica, dell’Università e dell’Azienda Sanitaria di Firenze. Non c’è peraltro più traccia della ditta Adica Pongo di Lastra a Signa in quanto è oramai chiusa dal 1993.

Di conseguenza, a chi è affetto da mesotelioma, pur non essendo stato esposto ad amianto per motivi profesionali, dovrebbe essere chiesto se in passato ha usato il Das. Questo è quanto, in ragione dei risultati ottenuti dallo studio, consigliano i ricercatori dell’Ispo di Firenze.

In particolare secondo il dottor Stefano Silvestri, igienista del lavoro dell’Ispo di Firenze, ‘questa scoperta dimostra che gli usi dell’amianto nel passato non siano stati ancora del tutto chiariti, e che non vi fossero limiti al suo impiego essendo presente persino nei giocattoli‘. La presenza dell’amianto nel Das è stata confermata attraverso delle sofisticate analisi di laboratorio che sono state effettuate sui prodotti originali.

Si tratta di una serie di lotti, prodotti tra il 1963 e il 1975: in quegli anni il Das, la celebre pasta per modellare, conteneva fibre di amianto. La : notizia è stata diffusa ieri dall’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica , Asl 10 e università di Firenze e pubblicata dalla rivista scientifica ‘Scandinavian Journal of Work : Environment and Health’.

La contaminazione riguarda in particolare il periodo in cui il Das, all’epoca prodotto dalla Adica Pongo, era ancora in forma di polvere da mischiare con l’acqua. Oggi la pasta è prodotta dalla società Fila che precisa che “il prodotto in commercio in Italia e all’estero è perfettamente sicuro e pienamente conforme alle normative vigenti”, anche perché già dal 1975 viene fatto solo con pasta di cellulosa.

L’importanza della scoperta, spiega il dottor Stefano Silvestri, igienista del lavoro all ‘Ispo di Firenze, sta nel fatto che “dimostra che gli usi dell’amianto nel passato non siano stati ancora del tutto chiariti e che non vi fossero limiti al suo impiego essendo presente persino nei giocattoli”. L’Ispo lanciano un appello “affinché vengano effettuati test accurati su articoli di importazione, tra cui i giocattoli, quando provengano da Paesi in cui l’amianto non è ancora vietato”.

L’azienda Fila, che produce la  pasta Das, ha precisato che “il prodotto in commercio in Italia e all’estero è perfettamente sicuro e pienamente conforme alle normative vigenti”. “Sia in ambito comunitario che negli Stati Uniti, la composizione del Das in termini di formulato è stata esaminata da organismi accreditati, che ne hanno confermato la piena sicurezza per l’utilizzo da parte di bambini ed adulti”, ha aggiunto. “Lo studio condotto dall’Ispo sulla possibile presenza di fibre di amianto nella composizione del Das si riferisce alla pasta che veniva prodotta e commercializzata da Adica Pongo tra il 1963 e il 1975, molti anni prima dell’acquisizione di quest’ultima da parte di Fila, avvenuta nel 1994”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.